Infestanti

  • Zecche

    Esistono circa 850 specie di zecche. Tutte sono parassiti e si cibano del sangue di mammiferi e uccelli. Gli ospiti preferiti sono i cani, i ricci le volpi ma anche i piccioni oltre alle pecore, le capre e vari uccelli che si nutrono al suolo. Le zecche possono colpire anche l’uomo.
    In ambiente urbano i loro rifugi sono nelle crepe, nelle fessure degli edifici e nelle suppellettili mentre in campagna si annidano nell’erba e sul terreno.
    Le zecche possono trasmettere diverse malattie che derivano in particolare da animali selvatici che fungono da riserva.
    Le femmine si nutrono di sangue aumentando il peso del corpo fino a 150 volte poi le uova sono deposte e quando si schiudono, danno origine a larve con sei zampe che si arrampicano sulla vegetazione aspettando che passi un ospite.
    Il metodo adottato per il controllo delle zecche dipende dalle specie interessate e dalla loro distribuzione. Comunque per chi lavora all’esterno in aree infestate da zecche sono importanti gli indumenti protettivi che possono essere trattati con repellenti.
    L’infestazione può essere ridotta tagliando la vegetazione e rimuovendone i residui. La vegetazione deve essere trattata con insetticidi adatti assicurando un’adeguata penetrazione degli stessi.
    Se si è morsi da una zecca bisogna fare attenzione, si può  rimuovere toccandola con un solvente volatile e premendola verso l’interno per sganciare i denti prima di toglierla.